fumetto
Un folto gruppo di scrittori, americani, francesi e spagnoli riflettere sulla scrittura di fumetti da Avilés.

Bande dessinées.

 

Fumetti. Fumetos. Graphic novel. La si chiami come si chiami, tutti descrivono la stessa cosa: la narrazione in vignette. E che cos’è un proiettile? Una vetrata di uno spazio e un tempo che il lettore possa completare il proprio tempo. Questa vetrata è composta da due aspetti, la sceneggiatura e le opere d’arte. Ma la sceneggiatura di un fumetto non è solo la scrittura della storia, ma la disposizione e la relazione tra queste finestre di uno spazio e di un tempo particolare.

bande dessinees
Quali sono gli ingranaggi che girano una linea di storia in un libro a fumetti conversavano una tabella di grandi dimensioni, la scorsa settimana nel XXII Jornadas del Fumetto de Avilés. Larry Hama, come rappresentante dell’industria degli Stati uniti, Matz e Morvan, scrittori del proiettile francese, e José Manuel Robledo e Antonio Altarriba dal fumetto spagnolo. L’obiettivo, per descrivere la sua arte, che, come non potrebbe essere altrimenti, assume sfumature molto personale.

Larry Hama, che ha firmato 155 trattini consecutivi di G. I. Joe per la Marvel, descritto con umorismo da quello che è diventato uno sceneggiatore. Era una questione più mondano, arrivare alla fine del mese: “Come fumettista, negli anni 70, ho guadagnato i 23 dollari per pagina. E tanto è stato fatto una pagina al giorno. Ho imparato che gli scrittori sono stati pagati $ 50 per pagina. Così ho trascorso 10 anni, chiedendo loro di DC e Marvel per farmi scrivere. Alla fine, mi è stato offerto “G. I. Joe”, perché tutti gli altri scrittori del settore, aveva rifiutato di scrivere”.Una delle chiavi che definiscono il tipo di narratore che è nel processo di lavoro. Non è detto che, in generale, ci sono due tipi di scrittori: di bussola e mappa. E che cosa si intende con questo è che la bussola non sa dove andare, non andare avanti della trama e la mappa si intende tutto ciò che, prima, e poi scrivere.

Giornali con fumetti

giormali

In questa tabella abbiamo visto esempi di entrambe le metodologie. Hama, per esempio, ha sempre lavorato con la bussola. “Non so se compartiréis con me la sgradevole sensazione di iniziare a guardare un film o leggere un fumetto e sapere entro un paio di pagine e minuti come questo sta per finire. Che è qualcosa che ho sempre voluto evitare. Il mio metodo è quello di non sapere cosa sta per accadere. Nei fumetti dei G. I. Joe non aveva mai fatto per questo motivo, perché né io, né l’editore, né chiunque altro sapeva come continuava la storia.”

Ma ci sono altri scrittori che hanno un particolare metodo. Robledo, che è considerato un disegnatore prima che lo sceneggiatore, ha descritto la sua al dettaglio: in primo luogo, un paio di settimane di documentazione; quindi, un storyboardgeneral; quindi qualcosa di più dettagliato per le scene con la “coesione”, trascendente, lo sviluppo di un’idea in tre o quattro pagine. E l’ultima cosa che hai messo su sono i dialoghi, e manifesti. La pigrizia ha anche un sacco di dire che in quel processo. Il francese Morvan decidere ogni giorno se avete intenzione di scrivere sotto la doccia: “io Lavoro da ispirazione. Così, se durante la doccia vedo che non voglio, perché quel giorno non scrivo. Ora, quando mi vieni a cercare me, posso passare ore e ore e si dimentica di mangiare.”

Altarriba evidenziato, per il motley del tavolo, che, mentre nel metodo e nelle riflessioni sul comico aveva punti in comune, España è diverso da avere un settore meno professionale: “In Spagna, lo sceneggiatore deve essere un po’ il motore di tutto. Si di solito non presentare a un editore con un’idea, si potrebbe fare in Francia, e che sarà lui a cercare il fumettista. Si mostra, con allegati, alcune pagine tratte e la sceneggiatura completa per vendere il progetto. Penso che questa è la grande differenza che qui tutto è meno professionale. Uno scrittore in Francia o negli Stati uniti sta lavorando contemporaneamente in diverse serie, senza una pausa. Qui, in Spagna, stavo script script. E tra fumetto e il fumetto ho passato mesi senza guionizar nulla del fumetto”.